Restauro mobili antichi

Sei in: Home > Restauro > I possibili danni del mobile

I possibili danni del mobile

Solitamente i danni che si riscontrano su un mobile antico e quindi con un valore di antiquariato, sono di tipo ambientale, quindi dovuti al clima e allo stato in cui sono stati conservati, ma anche danni dovuti all'intervento dell'uomo nel corso degli anni.

Qui spiegheremo i più comuni senza entrare troppo nel dettaglio: il più delle volte si ha la gommalacca consumata, ingiallita, il legno che si è ritirato, e quindi crepe, scollature, rotture, ecc..

Ma i danni più seri sono sicuramente quelli provocati dall'attacco dei tarli. Questi animaletti vivono all'interno del legno allo stato di larva, mangiandone la linfa, poi aggrediscono il legno scavando delle gallerie che corrono in parallelo alla superficie. Una volta raggiunta la maturità escono creando dei fori per andare a depositare le uova. Questi insetti xilofagi possono "lavorare" fino al punto di arrivare a rendere certe parti del mobile come una spugna, da non riuscire nemmeno più a reincollarlo.

Altri danni comuni sono quelli che che possono essere stati apportati da interventi fai da te o da restauratori poco attenti, ma questi possono essere molteplici, per cui non ci dilungheremo in esempi o altro.

Le cose e le situazioni che si possono verificare sono ancora molte. Secondo noi la cosa migliore da fare è affidarsi ad un professionista serio, che saprà consigliare gli interventi necessari e nel caso effettuare un preventivo gratuito.